CLANDESTINO (morsi su carta carbone, foto montaggio)

En scoll down

 

Nei luoghi critici per l’approdo illegale degli immigrati, censisco clandestini registrandoli attraverso  fogli di carta carbone. Il foglio piegato in due traccia un orizzonte a cavallo del quale il clandestino mordendo impressiona il perimetro del suo urlo. Clandestino è una prima occasione per il migrante di scambio creativo con chi accoglie. Il foglio bianco con impresso il morso infatti rimane al migrante.

“L’ospitalità assente dalle politiche dell’accoglienza Europee, dovrebbe, attraverso le norme, regolamentare il rapporto con l’altro. L’astrazione delle leggi deve essere però trasformata in relazioni ed emozioni. Simboli e rituali innescare rispetto, dignità, volontà e sentimento, pegno e impegno.”

 

Clandestino morde, grida, l’identità non è un’impronta, libertà. Tenere stretti i denti resistere, ma anche urlare, il dolore la rabbia. Affogare a bocca aperta in mare sprofondare o un’isola, una barca, nascosto al giorno.

 

 

_DSC0683_DSC0684clandestino andrea_d'amore morso immigrazione impronte_digitali impronte

Ventimiglia Giugno -Luglio 2015

(foto Martino Chiti)

_

 

CLANDESTINO.
LA LUNGHEZZA DELLA PORTA.

riflessione:
BASE x ALTEZZA
ALTEZZA e LARGHEZZA/LUCE
PROFONDITà
queste sono le dimensioni tecniche della porta.

non si può parlare di una LUNGHEZZA della porta.
il migrante bussa o sfonda una porta, il confine.
il tentativo di passare una porta chiedendo permesso o sfondando prevede una reazione positiva o negativa.
lo staccare la porta dai suoi cardini e dalla sua posizione tecnica e installarla a terra gli attribuisce una nuova dimensione, la LUNGHEZZA.
La lunghezza della porta che dovrà essere percorsa dal pubblico per raggiungere il morso del clandestino. Una porta mossa dalla maniglia sottostante, instabile, pericolosa, blu come il mare. La lunghezza di un gesto  immediato e banale come il bussare viene dilatato in centinaia di km di mare. Una porta lunga un mare che fa sentire la difficoltà e il rischio che il migrante accetta di correre per cambiare vita.

 

thumb_img_1718_1024thumb_img_1724_1024

page_1

 

_

12778924_10208911504613833_6748408678368965185_o

 

10838148_10156741928595094_2518696737929937470_o

 

_

 

invito_ccds_-_pantelleria_8_agosto

_ En

In the areas most impacted by the landing of illegal immigrants, I conduct a census by registering them on sheets of carbon paper. The sheet, folded in two, traces a horizon above which the toothmarks of the illegal immigrants actually outline the perimeter of their unheard screams.

_

Clandestine.
THE LENGTH OF THE DOOR.
reflection
BASE x HEIGHT
HEIGHT and WIDTH /LIGHT
DEPTH
These are the technical dimensions of the door.
One cannot actually speak of the door’s LENGTH. The migrant knocks or breaks through a door – the rigid frontier.
The attempt to walk through a door by asking permission or breaking it down provokes a positive or negative reaction.
By pulling the door off its hinges, extracting it from its technical position and lying it directly on the ground, it takes on a new dimension: LENGTH.
The audience will have to cover the length of the door to reach the bite-marks of the illegal immigrants. The surface is made unstable and uneven by the underlying doorknob – the installation becomes dangerous and blue like the sea. The act of knocking, an immediate and simple gesture, is expanded and spread onto the hundreds of kilometres of the sea. The door becomes a sea and with this transformation it tangibly reveals the difficulty and risks that the migrants accept to face in order to change their lives.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...