about

En scroll below

biopoetica

Artista nei luoghi tra la gente, il punto di partenza è la quotidianita, il gesto banale dato per scontato, l’orma, la traccia di un passaggio da cui far partire una riflessione, un’indagine, una visione. Da qui problematizzare l’ovvio percorrerlo senza alcun fine, attraversare i tempi gli spazi e le culture, tradurre e stimolare dialoghi. “I lavori plastici scaturiscono da processi di scambio tra corpi naturali che si nutrono”. I dialoghi si rappresentano attraverso il vuoto dei gesti che creano la forma.

Il cibo è la misura delle cose, confine tra esigenza e bellezza. E’ verso dove si va e da cui si parte. Ci siamo ingegnati a creare, per esigenza di nutrirsi. La cultura nasce dalla sensazione di sazietà. La libertà nasce dalla possibilità di non dover dedicare gran parte della giornata a procurarsi cibo. La libertà rende possibile o una speculazione culturale fine a sé stessa oppure la cultura quale mezzo per trascendere. La rappresentazione è mero mezzo per un percorso spirituale. L’idea è la cellula da cui si sviluppa il reale che è esperienza di un dio in divenire che necessita di conoscersi. L’idea di un’entità superiore onnipotente e perfetta non può che creare esperienze di dominio.

Il percorso è nel tentativo di non distinguere ma piuttosto nel raggiungere una consapevolezza unica di tutte le rappresentazioni dell’idea capace di creare realtà mezzo potente e condizionante di trasporto. Per tanto realizzare efficienti possibilità per sostenere l’idea di vita in tutta la sua organicità e complessità.

Laureato in letteratura, studioso di cibo e delle sue dinamiche e relazioni. Poeta performativo. Dal 2002 al 2011 con il duo Ciboideale, prevalentemente attraverso il video cercano di documentare con il minor filtro possibile il reale introducendo in maniera evidentemente distinta la rappresentazione simbolica della stessa realtà. Artista e cuoco indipendente, nei luoghi tra la gente. Nel progetto Piano x 12 realizzo progetti conviviali, esperienze edibili, dal 2012 sviluppo a Villa Romana Firenze “appendice d’artista” qui la tavola e il convivio sono un ponte con il quale, attraverso atmosfere e operazioni relazionali, formalizzo la mia ricerca stimolato dall’artista presentato. Più strettamente legato al mio essere, mi conosco, intraprendo e traduco percorsi.

I vari progetti mi hanno portato negli anni a esposizioni in spazi istituzionali quali tra gli altri: EX3 Centro per l’Arte Contemporanea, Firenze; MACRO Museo Arte Contemporanea Roma; Centro Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato; Villa Romana, Firenze; Carico massimo, Livorno; Lu.C.C.A. (Lucca Center of Contemporary Art); Fabbrica del Vapore, Milano; Deutsche Bank KunstHalle, Berlino. Tra le altre pubblicazioni, Videoart Yearbook 2010. Tra i vari festival, Kinotavr, Sochi, Russia; Fabbrica Europa, Firenze e Exhibitalia, Basel, Miami, Mahalla Festival Biennale di Istanbul.

.

 

cv

_OPERE

2017

Dieci passi dall’erosione genetica, CACCA Centro Arte Contemporanea Cultura Alimentare, Bologna.

Hope, Mahalla Festival, 15a Biennale di Istanbul.

Dieci passi dall’erosione genetica, personale curata da Angelika Stepken, Villa Romana, Firenze.

Hope, Frequenze esibite, curato da Tommaso Evangelista, Isernia.

Ricavato, atto cultuale coscienziale, curato da Tommaso Evangelista, Sponzart, Calitri (AV).

Hope, video, GRAVITY FOR ALL, @villaromana.org.

Dieci passi dall’erosione genetica, @platformgreen.org.

2016

Antropocene, Deposito d’Arte, Poppi (AR).

Hope, video, Percorsi Migranti di Lucilla Saccà e Spela Zidar, selezione video a cura di Mario Gorni, Fabbrica del Vapore, Milano.

Pervaso, appendice d’artista #7 (Yann Monel), Villa Romana, Firenze.

Clandestino, Resume, Carico Massimo, Livorno.

2015

Hope, video installazione, curato da Lucilla Saccà e Spela Zidar, Trasmigrazioni/Spazi aperti, Chiostro in Azione, UniFi.

Hope, installazione fosforescente su sentiero, confine Grimaldi (It) e Mentòn (Fr).

Clandestino, censimento Ventimiglia.

Madre coraggio degli innocenti, appendice d’artista #6 (Gulsun Karamustafa), Villa Romana, Firenze.

2014

Diario di bordo: dolci speranze. Documenti, discussioni e riflessioni sui viaggi della speranza a cura di Pamela Barberi, Poienlab-ricerca sociale, Pistoia.

What have you done concretely for your freedom?, “appendice d’artista” #5(Juan Pablo Macias), Villa Romana, Firenze.

Paesaggio camouflage, Open Studios, Villa Romana, Firenze.

In odor di brigantaggio, curato da Federico Bacci e Lucia Giardino, Guilmi Art Project (GAP), Guilmi (CH).

Paesaggio geotermico, “appendice d’artista” #4 (Mikhail Karikis), Villa Romana, Firenze.

Hello Pump Pump safe pain relief, collettiva curata dagli artisti Juan Pablo Macias, Federico Cavallini, Dario Gentili,   Andrea d’Amore, Enrico Bertelli, Sincresis Associazione Culturale per le Arti Contemporanee, Empoli.

Antropocene, Piano x 12 spazio per la convivialità e la cultura contemporanea, Firenze.

UOWO + performance edibile all’interno della collettiva Hello Pump Pump safe pain relief, curata dagli artisti Juan Pablo Macias, Federico Cavallini, Dario Gentili,   Andrea d’Amore, Enrico Bertelli, Sciatò, Serravalle Pistoiese (PT).

Clandestino, censimento, curato da Simone Ialongo, Contro Caretta della Speranza, Pantelleria (TP).

2013

We Love Lebowski, Suden, curato da Angelika Stepken, Deutsche Bank KunstHalle, Berlino. (ciboideale)

Black/white, Play With Food 5, Torino. (ciboideale)

2012

Still life vs. natura morta, “appendice d’artista” #3 (Martino Chiti), Villa Romana, Firenze.

Appendice d’Artista, “appendice d’artista” #1 (Ketty La Rocca), Villa Romana, Firenze.

2011

We Love Lebowski, Villa Romana, Firenze. (ciboideale)

2010

Black/white, curato da Maurizio Vanni, Exhibitalia, Basel, Miami. (ciboideale)

Black/white, La Casa de los Jiacintos, Madrid. (ciboideale)

Black/white, ARTe en AcciOn, Espacio Espora, Madrid. (ciboideale)

Black/white, From art images to the imagination of life, curato da Maurizio Vanni, Lucca

Center of Contemporary Art. (ciboideale)

2009

Pantheoff, curato da Maurizio Vanni, Festival della Creatività Sala Monumentale, Firenze. (ciboideale)

Black/white, curato da Linda Giusti, Lucca Center of Contemporary Art. (ciboideale)

Iceberg trilogy, Brick Box, Corte 17, Prato. (ciboideale)

The Global Compromise, Play, Lungarno Serristori, Firenze. (ciboideale)

Cieli, Un mondo visivo nuovo, curato da Maurizio Vanni, Lucca Center of Contemporary

Art. (ciboideale)

Iceberg trilogy, Attic Studio, Medesano (Pr). (ciboideale)

2008

Iceberg5 carpe diem, Videomateria, curate by InFlux, Mac, N-Museo d’Arte

Contemporanea e del Novecento, Monsummano Terme (Pt). (ciboideale)

Iceberg4 carpe diem, curato da InFlux, Dialoghi: immagini e suoni in movimento, Parco

Pertini, Pistoia. (ciboideale)

Iceberg3, curato da Lorenzo Guasti e Costanza Baldini Centro per l’Arte Contemporanea

Museo Pecci di Prato. (ciboideale)

Iceberg2, curato da Andrea Mi, Fabbrica Europa, Firenze. (ciboideale)

2007

Cribrazione, curato da Lorenzo Guasti e Costanza Baldini , Digiarte esposizione su

Secondlife. (ciboideale)

2005

Cribrazione, Station to Station, Mandela Forum, Firenze. (ciboideale)

2004

Ex-regalo, BZF Vallecchi, Firenze. (ciboideale)

I giorni di Louise, Station to Station Extemporanea, Mandela Forum, Firenze. (ciboideale)

2003

Senza Senso, Station to Station Extemporanea, Stazione Leopolda, Firenze. (ciboideale)

2002

Fuori binario,Station to Station Extemporanea, Stazione Leopolda, Firenze. (ciboideale)

_PUBBLICAZIONI

2010

Cieli, Videoart Yearbook 2010 curate by Renato Barilli, Alessandra Borgogelli, PaoloGranata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi e Paola Sega, Chiostro di Santa Cristina, Bologna. (ciboideale)

2007

Cribrazione, Corti in Libreria, Edizioni Mir. (ciboideale)

Cribrazione, MUV music and digital art festival. (ciboideale)

Cribrazione, Supernova emergenze creative. (ciboideale)

_NON AUTORIZZATE

2008

Iceberg, Ruota degli Esposti, Firenze. (ciboideale)

2005

We Love Ciboideale, Quarter Centro Produzione Arte, Firenze. (ciboideale)

2003

Tentativo di sottrarre del cibo all’Assessore alla Cultura, casa editrice Vallecchi, BZF

Vallecchi, Firenze. (ciboideale)

Tentativo di digestione, Ovonda, Firenze. (ciboideale)

_FESTIVAL CINEMA

2012

We love Lebowski, Aquila Film Festival. (ciboideale)

Black/white, Kinotavr, Sochi, Russia. (ciboideale)

2010

Black/white, Lucania Film Festival. (ciboideale)

2007

Cribrazione, Queer Festival, Firenze; censura, Istituto Stensen, Firenze. (ciboideale)

Cribrazione, Cyborg Festival, Anghiari (Ar). (ciboideale)

Cribrazione, Siracusa Film Festival. (ciboideale)

Cribrazione, VideoPuntoZero, Torino. (ciboideale)

_TALK

2009

Cribrazione trilogy, Gli incontri dell’Abbondanza, curate by Maurizio Vanni, Palazzo

dell’Abbondanza, Massa Marittima (Gr). (ciboideale)

_COLLEZIONI

Iceberg trilogia, Collezione Franco Franchini, Isola d’Elba (LI). (ciboideale)

Iceberg5 carpe diem, Mac, N-Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento,

Monsummano Terme (Pt). (ciboideale)

_ EN

The trigger can be everyday life, a simple gesture taken for granted, a footprint, the visible traces left by a passage which spark a thought, a quest, a vision. These can be the starting points of a process which complicates the obvious by taking us on an endless quest, crosses spaces and cultures, translates and fosters dialogues.

I am a literary graduate, scholar of food and its related dynamics and relations, I often coincide with poetry. Since 2002 artist and documentary with Ciboideale project. Independent artist and  cook among people, in public spaces. In the framework of  Piano x 12 I create convivial projects and edible experiences. Since 2012 I have been developing “Appendice d’artista” inside the spaces of Villa Romana in Florence, where table and meal are seen as a means to create moods and relations able to bridge the gap between my own artistic research and that brought forward by the other guest artists. Deeply rooted in my own being, I get to know myself, I undertake and translate pathways.
Selection exhibitions in istitutional spaces: EX3 Centro per l’Arte Contemporanea, Firenze; MACRO Museo Arte Contemporanea Roma; Centro Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato; Villa Romana, Firenze; Carico massimo, Livorno; Lu.C.C.A. (Lucca Center of Contemporary Art); Deutsche Bank KunstHalle, Berlin. Selection of publications, Videoart Yearbook 2010. Selection of festival, Kinotavr, Sochi, Russia; Fabbrica Europa, Firenze e Exhibitalia, Basel, Miami.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...